Collegati con noi

Spettacoli

A Salerno un concerto polifonico in onore della Divina Commedia di Dante

Pubblicata

il

Coro polifonico estroarmonico

SALERNO – L’ultimo verso dell’Inferno della Divina Commedia dà il titolo alla serata di musica e teatro in programma lunedì 29 novembre alle 19.30 presso la Chiesa di San Giorgio in via Duomo a Salerno. “E Quindi Uscimmo a Riveder Le Stelle”, che Dante Alighieri compose per segnare il passaggio dall’Inferno all’Antipurgatorio, sarà il concerto di musica sacra e profana per ricreare, in polifonia, atmosfere dantesche, con i cori Estro Armonico e Il Calicanto.

Un susseguirsi di testi e sonorità ispirate al sommo poeta fiorentino, come il Magnificat di Liszt tratto dalla Dante-Symphonie. Ad arricchire la messa in scena ci saranno la partecipazione del Gruppo di Musica Antica “Trotulae Ensemble”, l’organo di Gabriella Iorio e le voci recitanti di Cristina Recupito e Igor Canto di “TeatrAzione”. Silvana Noschese ed Eleonora Laurito firmeranno la direzione.

Il concerto sarà anticipato alle 18.00 dall’incontro con l’attrice Antonella Schiavone che declamerà il primo canto del Paradiso, commentato dal Reverendo don Roberto Piemonte. Previsti i saluti del vescovo dell’Arcidiocesi Salerno Campagna Acerno Mons. Andrea Bellandi e della parlamentare Eva Avossa.

Tutto l’evento rientra nel programma della sesta edizione del festival nazionale “Dante senza frontiere”. L’appuntamento salernitano è organizzato dal locale comitato della Società Dante Alighieri, presieduto da Pina Basile.

La realtà musicale dell’associazione Estro Armonico è nata a Salerno nel 1999 e costituita da circa 30 cantori che condividono da diversi anni il piacere e la passione del cantare insieme, dedicandosi allo studio del repertorio corale sacro e profano a cappella e con strumenti ricercandone i diversi stili esecutivi .

Il coro svolge un’intensa attività concertista con programmi tematici o in forma di spettacolo per consentire al pubblico di fruire contemporaneamente della musica e dei suoi significati evocativi, religiosi, storico-culturali e aggregativi. Da anni partecipa con successo a rassegne e festival nazionali e internazionali.

Il Calicanto rappresenta, invece, la formazione giovanile dell’associazione Estro Armonico ed è composto da cantori tra i 14 e i 25 anni. Nato nel 2000 come coro di voci bianche, fondato e diretto dal maestro Silvana Noschese, si è sviluppato nel tempo grazie al lavoro di studio e di crescita “insieme”, prendendo parte a diversi concorsi nazionali, piazzandosi sempre tra i primi posti. Nel 2020 si è aggiudicato il primo posto nella categoria Cori Amatoriali alla prima edizione del premio internazionale “Schola Cantorum” di Ravello.

Continua a leggere
0
Would love your thoughts, please comment.x